Browsing "opinioni"
Nov 28, 2015 - opinioni    No Comments

CONSIGLIO COMUNALE del 27 novembre 2015

(una long run con pit stop)

Stemma

ECCEZIONALE seduta quella di venerdì 27 novembre 2015.

Il Consiglio Comunale iniziato alle ore 16,00 è terminato alle 23,30 circa con un’ora di sospensione intorno alle 20,00; quasi sette ore di discussione per evadere i ventisette punti dall’ordine del giorno.

Il mio giudizio, dato soprattutto come di cittadino (spettatore), é per alcuni versi positivi, ma le mancanze da evidenziare sono parecchie.

Il primo rilievo che voglio muovere é la scarsa presenza di cittadini ad assistere alla seduta.

Nell’ultima ora eravamo soltanto in due; a inizio seduta forse qualcuno in più (si contavano, in ogni caso, sulle dita delle mani).

Sono altre le vie da seguire per allargare la platea di cittadini che assistono ai consigli comunali.

Intanto la discussione è viziata dalla mancanza d’informazione e dalla carenza di preparazione della seduta.

Sicuramente capita nel corso dell’anno la necessità di deliberare in tempi strettissimi, ma investire il Consiglio Comunale, quasi sempre, all’ultimo momento non può essere la regola; ritengo necessario oltre che una documentazione puntuale anche una discussione nelle Commissioni a preparare la seduta del Consiglio e informare i Consiglieri di opposizione e soprattutto i cittadini.

Il Consiglio Comunale deve essere il luogo per una discussione Politica e confrontarsi su proposte condivise o alternative, tutte nel solo interesse del paese.

Le Commissioni comunali, le Consulte di cui è necessario dotarsi, sono il luogo più adatto per informare e fare un primo confronto tra i gruppi consiliari. Sono molti gli argomenti che possono essere affrontati confrontandosi con la cittadinanza: il bilancio preventivo, il piano di diritto allo studio, viabilità, lavori pubblici, etc.

Gli strumenti e le vie a disposizione sono tante: Consiglio Comunale aperto, assemblee pubbliche, Consulte, periodico comunale, questionari, sito web comunale, newsletter, etc.

Tutte iniziative che meritano attenzione e con la perseveranza é possibile ottenere buoni risultati.

Aumentare il numero di cittadini che si occupano di com’è amministrata Origgio deve essere tra gli obiettivi che un Amministratore attento deve avere a cuore.

Interessanti sono state le risposte che l’assessore Di Pietro ha dato alle interrogazioni della La Civica; sarebbe interessante che quelle fossero il punto di partenza di un Progetto per il futuro di Origgio e su cui coinvolgere tutti i protagonisti che operano sul nostro territorio: Industria, Artigiani, Commercianti, Agricoltori, sindacati e i cittadini che devono essere sempre protagonisti e non spettatori.

Ho apprezzato che all’inizio della discussione dell’”APPROVAZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI COMUNALI PER L’ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO ‐ ANNO SCOLASTICO 2015/2016” é stato dato, ai cittadini presenti, una copia del documento; questo ha facilitato parecchio seguire e capire quanto in discussione.

Difficile é stato seguire la discussione sui vari punti che trattavano le “VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015‐2017”.

Ho fatto molta fatica a seguire quanto si è discusso nell’ultima ora, la stanchezza, il sonno mi spingeva ad abbandonare l’aula.

Ho resistito solo per non lasciare da solo l’altro spettatore.

Volevo essere l’ultimo; é stata una gara di resistenza.

Mag 20, 2015 - opinioni, Politica    No Comments

CHI SONO, PERCHÉ MI CANDIDO.

Nigro MicheleMi presento:

“Ciao a tutti. Sono Michele Nigro, ho 60 anni e vivo a Origgio da 30 anni.

Sono nato a Laterza, in provincia di Taranto,  dove ho vissuto fino a 14 anni. Nel ottobre del 1968 sono arrivato a Milano e per diciotto mesi ho frequentato un corso di addestramento professionale. Ho cominciato a lavorare nel maggio del 1970. Ho completato il ciclo scolastico, diploma di disegno meccanico, frequentando le scuole serali, questo mi ha fornito gli elementi utili per acquisire professionalità e permettermi di svolgere mansioni sempre più qualificate; per ultimo ho lavorato, presso una nota multinazionale statunitense,  come Progettista e Assistente Clienti nel settore dei serramenti e facciate continue in alluminio. Sono pensionato dall’ottobre del 2011.

Ho sempre seguito le vicende politiche, sia nazionali che locali; mi sono impegnato perché credo sia bello far parte di una comunità. Ho vissuto a Parabiago dal 1971 al 1985; per dieci anni ho fatto politica e per tre anni sono stato Consigliere Comunale; dal 1980 al 1984 ho ricoperto il ruolo di Segretario del circolo del Partito Comunista Italiano di Parabiago.

Dopo un lungo periodo, in cui l’impegno professionale è stato prevalente, ho ripreso ad occuparmi di Politica con maggiore energia; dal 2013 sono Segretario del circolo di Origgio del Partito Democratico. Sono presente sui social con una pagina su Facebook XOriggio e un blog XOriggio dove riporto il mio punto di vista sui vari temi di attualità; inoltre sul blog errando,errando tratto argomenti che riguardano la sfera più intima, il mio privato senza scadere nel personalismo.

Sono sempre stato iscritto al sindacato, FIOM quando lavoravo, SPI ora che sono pensionato.

Sono iscritto all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia; sono antifascista!

Da quando seguo, 2009, regolamentare le vicende politiche di Origgio, oltre che aver seguito quanto fatto dall’Amministrazione uscente, (non voglio dare un giudizio, saranno i cittadini con il loro voto a darlo il 31 maggio), segnalo alcuni fatti a cui ritengo aver dato un contributo di sensibilizzazione importante.

Nel 2011 sono stato tra gli attivisti di Origgio che hanno sostenuto il referendum contro la privatizzazione dell’Acqua. Sono stato tra i primi a chiedere di realizzare, anche ad Origgio, la “Casa dell’Acqua”.  Sono tanti gli anni che chiediamo di rivedere la viabilità del centro di Origgio: senso unico in via Dante, 30 Km/h, etc. nessuno degli Amministratori passati/attuali ha messo mano a questo problema. La Piazza dell’Immacolata finalmente non ha più il muro di lamiere che la rendevano la più brutta del circondario, ma ancora non si capisce perché non si riesce a completare la villa Borletti e dotare Origgio di un centro urbano rigenerato, arredato per essere meglio usufruito dai cittadini.

Nel 2014 ho promosso una petizione per chiedere al Comune di Origgio di predisporre delle aree dedicate ai cani; sono state raccolte oltre 250 firme, il risultato di investire e sensibilizzare gli Amministratori  su questo tema è stato raggiunto. Una piccola area è già stata recintata e dedicata ai cani, anche se ci sono ancora alcuni interventi da fare per renderla veramente utile allo scopo.

Mi propongo di dare il mio contributo a riformare il modo di amministrare Origgio, aprendo ai cittadini e alle realtà produttive e associative operanti sul territorio mediante l’istituzione di consulte e commissioni comunali capaci di coinvolgere i cittadini nelle scelte decisionali.

La democrazia partecipativa è ormai parte integrante del modello europeo di società. Il Trattato di Lisbona sancisce la complementarità tra democrazia rappresentativa e democrazia partecipativa. Conferisce ai cittadini «il diritto di partecipare alla vita democratica dell’Unione», e, precisando che «le decisioni sono prese nella maniera il più possibile aperta e vicina ai cittadini».

Queste sono le motivazioni che mi hanno portato a candidarmi al Consiglio Comunale di Origgio nella lista “Origgio Democratica” e sostenere il candidato Sindaco Domenico Ambrosini.

Responsabilità, Trasparenza e Partecipazione sono i principi che mi guideranno.

… mi sono preso le mie responsabilità per dare il migliore contributo possibile; voglio contribuire a rendere Origgio più viva, più bella, più attenta, più dinamica e sono fermamente convinto che per raggiungere questi ambiziosi obiettivi ci voglia tanto impegno, cuore e cervello più che risorse economiche.

Quindi tutti insieme con Domenico Ambrosini sindaco per Origgio!

Scarica il pdf del Programma elettorale 2015-2020 di Origgio Democratica.

Nigro Michele

Mar 31, 2015 - opinioni    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°11 marzo 2015)

DOMENICA 31 MAGGIO 2015 ELEZIONI AMMINISTRATIVE.

Con decreto firmato il 19 marzo, il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha fissato la data per lo svolgimento del turno annuale ordinario di elezioni amministrative nelle regioni a statuto ordinario.

Si voterà domenica 31 maggio 2015 e l’eventuale turno di ballottaggio avrà luogo domenica 14 giugno.

(1) IL SINDACO RISPONDE!

Le risposte del candidato Sindaco Domenico Ambrosini alle domande di una nostra concittadina.

IL GEMELLAGGIO.

Alla base di una convivenza pacifica tra comunità, società e popoli vi è la conoscenza reciproca. Tutto ciò che è sconosciuto, indefinito, avvolto da una cortina di nebbia incute timore, circospezione, sospetto.

Nell’ambito dei rapporti interpersonali questa condizione impedisce l’instaurazione di legami, con la conseguenza di minare la convivenza tra le persone.

VARESE PROVINCIA: LA “BUONA” AMMINISTRAZIONE LEGHISTA LASCIA 50 MILIONI DI BUCO!

Vent’anni di propaganda leghista in provincia di Varese si sgretolano di fronte ai numeri impietosi del bilancio della nostra Provincia, che svelano una gestione irresponsabile dell’ente da parte del leghista Dario Galli, prima presidente e poi commissario. In seguito alla verifica degli equilibri del bilancio 2014 operata dalla maggioranza, guidata dal PD,  che da ottobre governa l’ente varesino, è emerso questo: su un bilancio complessivo di 100 milioni di euro, tra residui attivi inesistenti e residui passivi non riportati da chi ci ha preceduti, ne mancano all’appello circa 50.

Buona lettura.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO: n°11 marzo 2015

Feb 25, 2015 - opinioni    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°10 febbraio 2015)

DOMENICA 1 MARZO: UNA GIORNATA DI CONSULTAZIONE E TESSERAMENTO.

Durante la giornata di domenica 1 marzo, nel seggio allestito nella sede del Circolo di Origgio, aperto dalle 9,00 alle 12,00 in via Dante, 105, oltre a votare rispetto a quale idea di enti locali mettere in campo, sarà possibile fare la tessera del 2015. Un’ottima occasione per raccogliere le idee e le proposte dei cittadini. La consultazione è aperta e gratuita; tutti i cittadini possono partecipare e  rispondere al questionario. Unico obbligo sarà quello di firmare il consenso al trattamento dei dati personali raccolti al seggio.

Per la nostra gente, …

… le bellissime parole conclusive del messaggio che il neo Presidente Mattarella ha rivolto al Parlamento, e quindi a tutti gli italiani, in occasione del suo insediamento.

 VILLA BORLETTI: UNA STORIA INFINITA.

Sono trascorsi solo sei mesi da quando sul nostro foglio, AGENDO: n°06  del settembre 2014,  scrivevamo alcune nostre considerazioni sulla Villa Borletti. In quella occasione si sottolineava la necessità di una sistemazione definitiva del Parco e il completamento dell’edificio che dà sulla Piazza Immacolata. Come possono vedere i cittadini, si sta lavorando sul Parco, mentre il resto è ancora come prima. Cosa è successo per farci scrivere nel titolo “STORIA INFINITA”?

IL SINDACO RISPONDE.

Attraverso il servizio “Il Sindaco Risponde” i cittadini possono scrivere al Sindaco e ottenere delle risposte inviate privatamente alla propria e-mail entro trenta giorni. Riteniamo importante l’attivazione di un servizio di comunicazione diretta con il candidato Sindaco per ciò che riguarda le sue finalità: scambio di idee, ricerca di suggerimenti, desiderio di partecipazione alla vita del Comune. Un primo passo verso la e-democracy.

QUALCHE DOMANDA AL CANDIDATO SINDACO.

CHI È DOMENICO AMBROSINI.  Una candidatura al servizio dei giovani per costruire una nuova classe dirigente, si può riassumere così la scelta Ambrosini di scendere in campo alle prossime elezioni amministrative. Assessore all’ambiente e servizi sociali e successivamente Vicesindaco del Comune di Origgio negli 90. Ambrosini sarà sostenuto dalla lista civica “Insieme per Origgio” e dal Partito Democratico, ma ci tiene a chiarire che la sua coalizione raggrupperà varie anime

DOMENICA OTTO MARZO.

Origgio Democratica sarà in Piazza della Immacolata, con il gazebo per distribuire materiale di propaganda e omaggiare di un rametto di mimosa le signore che verranno a trovarci

Buona lettura.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO n°10 febbraio 2015

Michele Nigro

Gen 24, 2015 - opinioni    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°09 gennaio 2015)

AGENDO n° 9NO AL TERRORISMO, NO ALLA GUERRA PERENNE.

Gli atti di terrorismo vanno condannati “tutti” per principio in quanto essi vengono perpetrati nei confronti di persone che rappresentando dei simboli e facilitano da un lato, il reclutamento e dall’ altro l’individuazione di un nemico tanto esecrabile da giustificare la guerra giusta combattuta in nome dei nostri valori.

La tragedia di Parigi si aggiunge ai tanti altri fatti di cronaca i quali mostrano il modo efferato con cui le persone vengono trucidate con i kalashnikov a Parigi, con i coltelli nel nuovo califfato in Siria, con le bombe nelle scuole coraniche di Peshawar o in centri commerciali in Australia.

 GRAZIE PRESIDENTE NAPOLITANO.

Con le dimissioni del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, l’Italia deve fare a meno di un punto fermo di stabilità che in questi anni ha permesso al nostro Paese di non perdere mai la sua identità, nemmeno nei momenti più tormentati della politica e dell’economia. Non saremo mai abbastanza grati per l’impegno con il quale ha servito il Paese dal più alto dei colli delle istituzioni.

 TRASFORMIAMO INSIEME ORIGGIO.

NB: Questo è l’articolo del gruppo consigliare Insieme per Origgio preparato, e consegnato il 5 dicembre 2014, per il “Origgio” il giornale distribuito dall’Amministrazione comunale a fine anno. Oramai è consuetudine per il nostro signor Sindaco fare gli auguri di buon Natale a carnevale. Il calendario è stato consegnato alle famiglie regolarmente entro fine 2014; del giornale “Origgio” non se ne sa nulla.

 AMMINISTRATIVE 2015: CAMPAGNA DI SOSTEGNO ALLA LOTTA CONTRO LA CORRUZIONE

Ci rivolgiamo a tutti i Candidati e ai Candidati alla carica di Sindaco che si presenteranno alle elezioni amministrative del 2015 di qualunque partito, lista e schieramento di aderire alle richieste di trasparenza pre-voto di Riparte il futuro. È il momento di assumere l’impegno di mettere in cima alla propria agenda la lotta alla corruzione.

27 gennaio: GIORNO DELLA MEMORIA

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno in ricordo della Shoah, lo sterminio del popolo ebraico. In questo giorno si celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista.

 AGENDA: Domenica 1 marzo 2015 ore 10,00

Incontro pubblico organizzato da ORIGGIO DEMOCRATICA sui temi del:

  • Welfare;
  • Lavoro (sportello comunale per il lavoro, incubatore d’impresa);
  • Lavori pubblici;
  • Beni Comuni; etc.

Buona lettura.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO n°9 gennaio 2015

Nov 6, 2014 - opinioni    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°07 ottobre 2014)

AGENDO n° 7AMMINISTRATIVE 2015: IL PD ED INSIEME PER ORIGGIO SI PRESENTANO.
Presentato il simbolo che vede i due di Insieme per Origgio e Partito Democratico in un cerchio che come sfondo ha i colori della Pace e la scritta ORIGGIO DEMOCRATICA.

CHI SI LAMENTA E CHI CI GUADAGNA
Il populismo ha bisogno di costruire una realtà artefatta che permetta di veicolare i propri messaggi.

 ORIGGIO: UN PAESE EQUOSOLIDALE.
I nuovi modelli di vita, le ampie possibilità del web, la crisi strutturale della nostra economia impongono una nuova riflessione. Oggi è necessario pensare ad un commercio “equosolidale”, dove produttori e negozi biologici, cooperative sociali e di servizi, aziende a km 0 sono tutte realtà con le quali, a nostro avviso, è necessario interagire.

TUTELA DELL’AMBIENTE E PROMOZIONE DI UNO SVILUPPO SOSTENIBILE.
La questione della terra è stata sempre al centro di lotte e rivendicazioni fin dall’inizio della storia dell’uomo. Su di essa si è fondato il potere delle città, dei regni e quello di alcune classi sociali rispetto ad altre. Per essa si è sognato, lottato, si è rivendicato un futuro diverso associando spesso al concetto di terra quello di libertà. L’uomo si è confrontato con il territorio cercando di adattarlo alle proprie necessità.

CATTIVI PENSIERI
Pensieri in libertà di un libero cittadino di Origgio.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO n°07 ottobre 2014

Set 25, 2014 - opinioni, Politica    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°06 settembre 2014).

AGENDO n° 6VILLA BORLETTI: UN CANTIERE APERTO, PER QUANTI ANNI ANCORA?  Una storia infinita, sulla quale si potrebbe scrivere un libro e che, da circa un ventennio, vede girarci intorno le stesse persone che, con funzioni diverse, hanno determinato le scelte e anche le non scelte su questo pezzo di storia locale

DIFENDERE I CENTRI STORICI.  Per fermare l’abbandono dei centri storici: incentivi fiscali e semplificazioni burocratiche per l’apertura di attività artigianali, ricettive e commerciali consone alla vocazione architettonica dei luoghi e maggiori sgravi fiscali per chi abita e restaura la propria casa all’interno di un centro storico.

ALBO DELLE ASSOCIAZIONI: MEGLIO TARDI CHE MAI. E vero, come dice il vice sindaco Evasio Regnicoli, (notiziario di venerdì 29 agosto 2014) che rispetto alla questione che riguarda le Associazioni ci son ben altri problemi da affrontare. E noi aggiungiamo:”Ma se conosce i problemi, perché non riesce a trovare le soluzioni?”. Insieme per Origgio ed il Partito Democratico in diverse occasioni hanno avuto modo di chiedere all’amministrazione un intervento sui temi più importanti che interessano la nostra comunità. Dalla formazione della Commissione anticrisi per i problemi legati al lavoro ed alla occupazione nel nostro Comune, alla viabilità nel centro del paese; dalla Villa Borletti alla Scuola Materna.

ORIGGIO: AREE RECINTATE PER SGAMBATURA CANI. Lunedì 1 settembre è stata consegnata, all’attenzione del sindaco Panzeri e per conoscenza ai Capigruppo Consiliari, la petizione per richiedere una o più aree recintate per sgambatura cani. L’iniziativa, promossa dall’associazione XOriggio, ha raccolto l’adesione di oltre 250 cittadini di Origgio. Crediamo siano molto di più gli origgesi che sentono la necessità di portare i loro cani in aree attrezzate che possano favorire la socializzazione e l’addestramento in sicurezza e tranquillità.

LA BUONA SCUOLA IN 12 PUNTI. “La buona scuola. Facciamo crescere il Paese” è il frutto del lavoro portato avanti congiuntamente, tra luglio e agosto 2014, dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini.

L’ABBANDONO SCOLASTICO. È cominciato un altro anno scolastico. A leggere i dati sulla scuola di oggi e confrontarli con quelli di mezzo secolo fa (50 anni), c’è da rabbrividire.

TRASFORMIAMO INSIEME ORIGGIO. Durante gli incontri settimanali di lunedì e da settembre anche di giovedì, il Circolo del PD e la Lista Civica hanno iniziato la preparazione del programma elettorale, che sarà discusso negli incontri pubblici con i cittadini a partire da fine ottobre.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO: n°06 settembre 2014

Ago 27, 2014 - opinioni    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°05 luglio – agosto 2014)

AGENDO n°05 luglio-agosto 2014In questo numero abbiamo voluto sottolineare alcuni temi, da noi ritenuti essenziali ed attuali, di seguito sono riportati i titoli: (scaricando il PDF allegato potete leggere i posts per intero).

  • PD: TESSERAMENTO 2014. volete per la prima volta iscrivervi al Partito Democratico, vi invitiamo a contattare il Circolo scrivendo a pdoriggio@gmail.com oppure contattando il Segretario del  Circolo Michele Nigro al 3315464460. Ogni  lunedì sera dalle ore 21,00 ci trovate nella sede del Circolo PD di Origgio in via Dante 105 disponibili ad accogliere ogni vostro suggerimento o per il ritiro della tessera PD per l’anno in corso.
  • ORIGGIO AUTOGESTITA. In un momento segnato dal distacco dei cittadini nei confronti della politica, noi riteniamo che la partecipazione possa essere lo strumento in grado di favorire il contributo alla discussione e per avere il maggior consenso sulle soluzioni dei problemi della nostra comunità. «Alla crisi della democrazia noi vogliamo provare a rispondere con l’aumento della democrazia».
  • I CORDOLI DI VIA MANZONI, SERVONO O NON SERVONO? … una buona parte di questi cordoli non sono più posizionati, perché rimossi poche settimane fa, nel corso di opere per il ripristino del fondo stradale o perché da tempo staccatasi e mai riposizionati.
  • LA GRANDE GUERRA E LE TANTE PICCOLE GUERRE. Dice Papa Francesco che siamo nella terza guerra mondiale a puntate e che è lecito fermare l’aggressore. Anche noi diciamo: fermate le guerre, liberiamo la pace!
  • LA FINE DEL PATTO TRA LAVORO E DIRITTI. «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali in dignità e diritti»: così si legge nella Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948.
  • 2 x 1000 PER FINANZIARE IL PD. Grazie all’impegno del PD (governo Letta), è stata approvata la legge che abolisce il finanziamento pubblico ai partiti in favore di contributi volontari da parte dei cittadini.
  • DAL PRIMO AGOSTO L’UNITÀ NON È PIÙ IN EDICOLA. In 20 anni le vendite dei giornali sono calate del 41,4 %. La stampa è stata travolta dal web e gli editori non sono stati capaci di reagire. Il gossip politico ha sostituito le inchieste e solo poche testate hanno investito in tecnologia.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO: n°05 luglio-agosto 2014

Giu 17, 2014 - opinioni    No Comments

AGENDO: La newsletter del PD di Origgio e Insieme per Origgio (n°04 giugno 2014)

AGENDO n°4Domenica 8 giugno si è completato con il ballottaggio per l’elezione del Sindaco, in varie città, la tornata elettorale iniziata con le elezioni europee e il primo turno del 25 maggio. Nei posts pubblicati abbiamo voluto sottolineare alcuni aspetti, da noi ritenuti essenziali, di seguito sono riportati i titoli:

            • ELEZIONI EUROPEE DEL 25 MAGGIO 2014. IL PD È IL PRIMO PARTITO A ORIGGIO: 1.548 origgesi, il 41,7 % hanno dato il loro consenso al Partito Democratico nelle elezioni per il parlamento europeo del 25 maggio 2014
            • FUORI DALLA POLITICA PER SEMPRE CHI TRADISCE IL MANDATO DEGLI ELETTORI.
            • ORIGGIO: I CORDOLI DI VIA MANZONI: SERVONO O NON SERVONO, QUESTO È IL PROBLEMA! Continuiamo a non capire da dove il Sindaco Panzeri estrae gli elementi che lo portano a dare un giudizio positivo sul tema della sicurezza stradale, nelle vie di Origgio. Abbiamo sempre portato all’attenzione del Consiglio Comunale gli aspetti più critici e le soluzioni per migliorare la sicurezza degli utenti soprattutto sulle strade del centro urbano.

Scarica il documento in formato pdf al link: AGENDO n°04 giugno 2014

Giu 7, 2014 - opinioni    No Comments

Se Renzi vuole rottamare l’Unità?

sbilanciamoci – 06/06/2014
 

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, starebbe per presentare al tribunale di Roma un’istanza di liquidazione del quotidiano fondato da Antonio Gramsci

Da un po’ di tempo sulla prima pagina dell’Unità (in fondo a destra) appare il seguente comunicato del comitato di redazione: “I giornalisti de L’Unità continuano lo sciopero delle firme. Mancano due giorni alla data dell’assemblea dei soci chiamata a far la scelta decisiva per la testata. Non accetteremo ulteriori rinvii. Il giornale non può permettersi di galleggiare, di restare ancora senza un vero piano industriale e chiari obiettivi di sviluppo, soprattutto alla vigilia dei mesi estivi”.

La pubblicazione di questo comunicato sembra essersi interrotta mercoledì 4 giugno, ma ciò non toglie che sia segno non solo di crisi ma anche di forti dissensi nel Pd.

Renzi starebbe per presentare al tribunale di Roma un’istanza di liquidazione dell’Unità. In altre parole un passo ufficiale per chiudere il giornale.

Questa la pesante novità del nuovo corso del Pd dopo il suo straordinario successo elettorale. L’Unità, fondata da Antonio Gramsci nel 1924 è diventata un negativo residuo del passato, un ostacolo a ogni programma di rinnovamento. Da rottamare.

È questo che dobbiamo capire dalla decisione di aprire la procedura di fallimento e, quindi, di chiusura? Certo, l’Unità versa come e più degli altri quotidiani in grandi difficoltà, ma in altri tempi ci sarebbe stato, sulla scia del successo elettorale, il lancio di una grande campagna di sottoscrizione, come altre volte nel passato, e non una richiesta di fallimento, cioè di chiusura. Tanto più che a fare questa richiesta non sono i creditori in sofferenza ma la segreteria del Pd.

Luciana Castellina in un serio e attento articolo sul manifesto di venerdì 30 maggio ha scritto che il Pd sta diventando come il partito democratico Usa, ma dubito che quel partito avrebbe preso decisioni di questo tipo, così autolesionistiche. Ma nella nuova logica renziana chiudere l’Unità non è autolesionistico ma liberatorio di tutto l’inutile e dannoso ciarpame di sinistra che qualcuno vuole ancora conservare, quando il mondo è cambiato e si sono dissolte le prospettive socialiste e comuniste.

Il mondo così come è va bene, non si tratta di cambiarlo ma di governarlo cosi come è, di riuscire ad avere un potere personale di governo. Questa sarebbe la linea di Matteo Renzi: chiudere l’Unità è ai suoi occhi liberarsi del peso di un passato piuttosto assurdo, per tentare di avere un po’ di peso nel mondo capitalista. Ai lavoratori, bene che vada, si potrà dare qualche mancia.

Ma a chi serve oggi fare fallire l’Unità?

La riproduzione di questo articolo è autorizzata a condizione che sia citata la fonte: www.sbilanciamoci.info.
Vuoi contribuire a sbilanciamoci.info? Clicca qui

Pagine:«1234567...13»