Lug 6, 2011 - opinioni    No Comments

Piccole cose.

@Democrazia e Partecipazione è binomio inscindibile, per stimolare la partecipazione l’informazione è strumento indispensabile.

Oggi sono molti i canali su cui la notizia può essere veicolata, ai tradizionali strumenti quali il volantino, i manifesti, i media locali da qualche lustro si è aggiunto il web.

Internet offre strumenti per informare moltissimi cittadini in tempo reale, la rete decuplica i contatti con impegno economico davvero irrilevante.

Dotare il sito del Comune di Origgio di una newsletter risponde pienamente a queste esigenze: informare i cittadini senza un impegno economico di rilievo!

Con la newsletter i cittadini potranno ricevere in tempo reale, informazioni sull’attività comunale, sedute del Consiglio Comunale, riunioni Commissioni aperte al pubblico, etc.

Diceva un “Grande”:«Non esistono grandi uomini che fanno grandi cose ma tante piccole cose che uomini normali possono fare!»

Ad Origgio sono tante le cose che mancano, cominciamo dalle “piccole” cose, cominciamo dal coinvolgere i cittadini, cominciamo dall’informarli!

Spero che qualcuno raccolga il mio appello e finalmente si cominci con l’informare i cittadini di sedute del Consiglio Comunale anche quando tratta temi “secondari”, la surroga di un Consigliere non mi pare di importanza “secondaria” (non menzionato nemmeno sul sito del Comune) o seduta pubblica (non ho visto nessun avviso ufficiale) per presentare il PGT.Da quanto mi è dato di vedere, il giudizio che io esprimo è molto negativo, l’obiettivo che l’attuale “maggioranza” che governa Origgio persegue è la”mortificazione” dell’informazione e della partecipazione dei Cittadini alla gestione della cosa pubblica.

AMMINISTRARE ORIGGIO È COSA LORO o “COSA NOSTRA”?

Piccole cose.ultima modifica: 2011-07-06T00:21:53+02:00da fumet
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento