Nov 30, 2011 - opinioni    No Comments

Come si affronta la crisi ad Origgio?

StemmaNon voglio fare un resoconto dettagliato della seduta del Consiglio Comunale di Lunedì 28 novembre 2011, voglio qui segnalare alcune “criticità” che ho visto e di cui voglio rendere partecipi quanti seguono il mio blog “ERRANDO,ERRANDO.”. Intanto segnalo lo scarso “impegno” dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Panzeri, nel pubblicizzare gli incontri istituzionali con i cittadini, (Consigli Comunali, incontri pubblici, etc. vedere post precedenti), tutto viene ricondotto ad un rapporto privato tra il Sindaco ed il singolo Cittadino. Nonostante tutto ciò dato i temi in discussione la serata ha visto una folta presenza di pubblico; la partecipazione dei lavoratori della Sanofi-Aventis è stata notevole in quanto il primo punto all’O.d.G. trattava della loro situazione di crisi. La mozione in discussione, presentata dal gruppo “Insieme per Origgio”, muovendo dalla situazione critica creatasi alla Sanofi-Aventis di Origgio cercava di impegnare l’Amministrazione comunale ad un maggior dinamismo. Il voto finale, unanime, è il riconoscimento di una situazione economica ed occupazionale che si va aggravando e che occorre “monitorare” adeguatamente. Due le iniziative proposte ed emerse nella discussione della mozione che io voglio sottolineare:

  1. Nell’immediato è necessario che l’Amministrazioni valuti e convochi un Consiglio comunale aperto per dare pubblica voce alle rappresentanze delle aziende e dei lavoratori o anche ai singoli cittadini che sempre più sono coinvolti in situazioni di crisi occupazionali e problematiche economiche.
  2. Si ritiene più che mai necessaria e urgente la formazione di una commissione ad hoc che si occupi di conoscere la situazione occupazionale del nostro territorio e in concerto con le parti sociali (aziende e lavoratori), ricercare e favorire soluzioni possibili per le diverse situazioni. Il sindaco Panzeri nel suo “programma elettorale” annunciava l’istituzione di una “Commissione Anticrisi”, ma l’insediamento di questo “strumento” ancora non ha trovato accoglienza dall’attuale Amministrazione che da 18 mesi è a dirigere il comune di Origgio.

È corretto dare seguito alle proposte contenute nei programmi elettorali dei candidati Sindaci. È necessario che i Cittadini, “tutti”, siano edotti dei problemi del paese con una informazione puntuale e completa e vengano continuamente coinvolti nelle scelte di governo della collettività.

Come si affronta la crisi ad Origgio?ultima modifica: 2011-11-30T17:02:49+01:00da fumet
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento