Lug 17, 2012 - opinioni    No Comments

Vietato chiedere.

Chiedere è lecito, rispondere è cortesia.

Chiedere non costa niente.

Sono due detti, proverbi, modo di dire che “quasitutti” conoscono.

ATTENZIONE!  ATTENZIONE!  ATTENZIONE!

A Origgio questi detti, proverbi o modo di dire, hanno un altro significato!

A Origgio chi si permette di domandare deve assumersi anche  gli oneri e le conseguenze insite nella risposta. Come a dire “chi domanda paga e i cocci sono suoi”.

Questo è il senso che se ne ricava dalle varie dichiarazioni e prese di posizione in Consiglio Comunale e tra la cittadinanza, da parte del Sindaco di Origgio e l’annesso Assessore all’ecologia.

Si sottintende in modo non poco esplicito che il motivo per cui gli origgesi non possono più portare alcuni rifiuti, (frigoriferi, televisori, monitor, etc.), alla piattaforma ecologica, perché il cittadino di Origgio A. P. nonché consigliere comunale del gruppo “Insieme per Origgio”, ha osato domandare se tutta la gestione della raccolta, stoccaggio e smaltimento dei rifiuti ingombranti, raccolti presso la piattaforma, avveniva in maniera corretta rispettando le norme di legge vigenti.

Io penso e da tutto questo deduco che:

  1. Se non si possono portare frigoriferi, televisori, monitor, etc. è perché la piattaforma non è stata adeguatamente attrezzata e messa in sicurezza rispettando le norme vigenti.
  2. Se la piattaforma ecologica non è stata adeguatamente attrezzata nel rispetto delle norme vigenti, le responsabilità sono:
    1. In primo luogo dell’Assessore all’ecologia che ne ha il compito, assegnatogli dal Sindaco.
    2. Non meno responsabilità ne ha il Sindaco che deve garantire che tutti i servizi forniti agli origgesi devono rispondere alle esigenze dei cittadini ed essere rispettose delle norme vigenti, soprattutto in fatto di sicurezza e inquinamento.

I cittadini che s’informano e chiedono, non possono essere aditati quali untori e responsabili delle disfunzioni di cui l’Amministrazione comunale aveva ed ha la responsabilità, il compito a farsene carico e di gestire i servizi nell’interesse degli origgesi, nel rispetto delle regole.

Attenzione! Cittadini di Origgio:

non fate domande, potreste subirne le conseguenze.

Vietato chiedere.ultima modifica: 2012-07-17T15:04:43+02:00da fumet
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento